martedì 17 novembre 2009

De chi sito ti?

Stamatina presto xè morta a me ultima nona. In grassia del Signore.
A femena de a me vita. O saveva anca me moroxa, co me nona Pina no ghe xé storia, xé sempre stà ea a mejo. E desso?
Giuseppina Simioni detta Pina, Nona Pina, come quea dee tajadee. Menda Florio detta Frollia.
Doxento soree (una mericana) e soeo do fradei, ma forti però. 80 ani justi.
Un metro e ottantasinque par cinquanta chii. Moja. Na vis-cia. O na modea. Na devosion granda pa a Madona, so sicuro che xé pi i rosari diti che i dì che a ga vissuo. Na statua e un cero impissà casa, sempre. Voeva far netare a Madona in piassa parchè a xera un poco onta. "E dixi na Ave par mi aea Madona e un Rechimeterna pa to nono".
A gà lavorà in fianda, tolto su tanti sparaxi, fato 5 fioi e a ga avuo tanti mai, de tuto, ma a xè morta pa ultima de me noni. Na storia de me nono voe che pa ciapare a pension de invaidità a se ga presentà dal dotore co na sopressa ligà al coeo soto i vestiti. E cussì a ga ciapà a pension a 35 ani. 50 ani de ospedai o ospissi. Padoa, Bassan, Citadea, Camposampiero, Galiera. Un quarto de stomago, scarsa circoeassion, cuore co a batarea, pee fragie, vaeori bassi.
Ma a rideva sempre. E quanto che a ga lavorà.
E patate roste pì bone del mondo le ga fate ea. Co e patate cornete. Poareti tuti quei che no e ga sercà. Poareti tuti quei che no ga conossuo so nona. Beati quei che oltre aea sua, ga conossuo anca a mia.
Ex mojer de Francesco Gasparotto, detto Cesco, omo esperto de legno, malta, bestie ma soratuto tera; gran fis-cio, tenore, co do muscoi da pico da far impresion, gnanca un cavejo e a tessera de l'assion catoica in scarsea. Ex mojere parchè lu xe morto prima.
No a se ga mai mossa da casa. Soeo na volta a xè 'ndà a Lurd. Anca se no a parlava francese.
Ecco, incò so un toxo moderno parchè no go pì gnente che me ricorda e tradission, da dove che vegno, da chi che go ciapà, de chi che so. So de Cesco e a Pina, tuto me noni. Nessun vecio me conosse, ma se dixo che so de Cesco e a Pina aeora tuti me riconosse. Ghe somejo.

Doman vo vanti, uncò so stufo.

1 commento:

..cia.. ha detto...

...e quante volte l'abbiamo sentita nominare la nonna Pina? la conoscevamo in tanti per questo. me nona Pina qua.. me nona Pina là.. grande donna a quanto pare. mi dispiace albe.